Impianti antintrusione

La sicurezza è una scelta importante per la serenità della vita. L’incremento dei comportamenti criminosi da parte di soggetti sempre più dottrinali nella conoscenza dell’elettronica, ci ha spronato a dare il meglio. AD Electric progetta ed installa impianti antintrusione con medio o alto grado di protezione.
La protezione della proprietà civile e industriale deve essere progettata valutando attentamente la tipologia della costruzione, la sua ubicazione, individuando e proteggendo i punti vulnerabili.
In linea generale si può comunque affermare che ogni sistema di protezione deve disporre almeno di due distinti livelli di protezione:
Protezione Perimetrale: segnala il tentativo dell’intruso di violare l’abitazione. Può comprendere anche una parte esterna, atta a rilevare la presenza di intrusi nell’area circostante l’edificio (cortile, giardino, ecc.). Può essere attiva anche quando ci sono persone all’interno dell’abitazione.
Protezione Volumetrica: segnala la presenza dell’intruso all’interno dell’abitazione. Segnala ogni movimento e dunque è idonea a proteggere gli edifici quando nessuno si muove al loro interno.

Tipologie di Sistemi di Sicurezza:
Sensori Magnetici
I contatti magnetici sono i sensori di base di un allarme, sono composti da un interruttore interno, che quando é ad una certa distanza da un magnete si aprirá o chiuderá.
Quando il contatto magnetico si chiude, una piccola corrente elettrica viene fatta passare. Questo é chiamato, sistema a circuito chiuso ed il circuito é completo, quando la porta viene chiusa. Fino a che la porta rimarrá chiusa, il magnete continuerá ad attrarre l’interruttore metallico ed il circuito rimarrá chiuso. Quando la porta viene aperta, il magnete si allontana dall’interruttore che senza forza magnetica si aprirá interrompendo il flusso di corrente. Questa mancanza di passaggio di corrente viene rilevata dalla centralina di controllo (che con un certo ritardo), che fará scattare la sirena, se il codice di sicurezza non verrá digitato in tempo utile.
Il contatto magnetico puó anche essere montato sugli infissi di finestre,in caso un ladro vada ad aprire una finestra, il sistema si attiverá esattamente nello stesso modo, della porta.
I migliori allarmi per la casa incorporano anche un’unita di vigilanza, una volta azionata fa in modo che anche se l’intruso richiude le porte o le finestre, quindi riconnettendo i circuiti, non potrá disattivare l’allarme. Queste unitá sono spesso alimentate autonomamente (con una batteria), in modo che possano operare sempre anche in caso di mancanza di elettricitá della rete.
Sensori Rottura Vetri
In addizione ai contatti magnetici, si possono usare dei sensori di rottura vetro, possono essere sia incorporati nei contatti o separati. Normalmente vengono attaccati o all’infisso della finestra o direttamente sul vetro, in un angolo, in modo che se qualcuno tenta di rompere il vetro, anche qui l’allarme entrerá in azione. Anche se chiamati sensori d’urto, non devono neanche essere montati direttamente su una finestra, basterá che abbiano una fonte di alimentazione. Sono abbastanza intelligenti da distinguere tra un attentato di forzare o rompre un vetro, ed altri rumori sia all’interno della casa che provenienti dall’esterno.
Sensori Infrarossi Passivi (PIR)
I sensori PIR sono progettati per rilevare movimenti, anche se un intruso sará riuscito ad entrare nella tua casa non andrá lontano, poiché il suo movimento fará entrare in azione il PIR che a sua volta fará entrare in azione la sirena comandata dalla centralina di controllo.
Sensori di movimento PIR, sono usati sia in sistemi di allarme di alto livello che in sistemi piú semplici. Questi tipi di sensori rivelano la temperatura corporea e si attivano quando una persona entra nel loro campo di azione. Rilevando una maggiore temperatura corporea, fará entrare in azione l’allarme. Sensori di movimento PIR, sono generalmente impostati in modo che non entrino in azione immediatamente quando rivelano temperatura corporea. Normalmente c’é sempre un ritardo di alcuni secondi, che lascia tempo al proprietario di entrare in casa ed inserire il codice di sicurezza per disattivare l’allarme. Un vetro non é trasparente all’energia degli infrarossi, un sensore non puó scattare accidentalmente da un passante esterno.
Sensore a Tempo Ritardato
Quando installi il tuo sistema di allarme, ci sará normalmente un sensore che entrerá in azione con un certo ritardo. Di solito sará un sensore magnetico di una porta e probabilmente, la porta di ingresso principale. Gli altri sensori della casa non hanno bisogno di essere ritardati. Il sensore della porta principale sará ritardato per dare tempo al proprietario di inserire il codice di sicurezza.
Sistemi di Allarmi Vigilati
Originariamente erano utilizzati in sistemi di alta qualitá, ma con il passare del tempo sono sempre piú utilizzati anche dalla versioni piú economiche, si tratta di un combinatore telefonico automatico, utilizza la tua linea telefonica, e si mettera in contatto con dei numeri telefonici pre impostati, l’ufficio di un amico o con un istituto di vigilanza, per dare l’allarme che c’é un’intrusione in atto.
Sistemi di Allarme Filari o senza Fili
Per metterla in modo semplice, l’installazione di un allarme non avviene solamente, con un collegamento via cavo tra la centralina e le periferiche e sensori o wireless, ma anche usando una frequenza radio. Un sistema che filare significa che i collegamenti sono effetuati tramite dei cavi. Normalmente sono piú affidabili ed hanno un basso livello di manutenzione, ma hanno un alto costo d’installazione. Tutti i sensori saranno alimentati dalla centralina di controllo, quindi non si avrá bisogno di batterie.
Il vantaggio maggiore degli allarmi senza fili, é che sono di installazione semplice. Un sistema wireless é molto conveniente perché non si ha bisogno di passare fili che non é sempre possibile rendere invisibili. Comunque i vari sensori devono essere alimentati da delle batterie per poterne permettere il funzionamento. Tuttavia ci sono dei costi addizionali e la manutenzione é maggiore. Controlli regolari devono essere effetuati per controllare che le batterie siano in buone condizioni. Ed in’oltre sistemi wireless possono soffrire di interferenze, rendendo i sensori malfunzionanti.